Home Musica Musica ∼ Opinioni Void Of Vision, recensione dell’EP ‘Chronicles I: Lust’

Void Of Vision, recensione dell’EP ‘Chronicles I: Lust’

0 251
void of vision band 2021 ep lust

 

di Irene Tempestini

 

Esce venerdì 22 ottobre l’EP ‘Chronicles I: Lust’ dei Void Of Vision. Leggi la recensione

Esce venerdì 22 ottobre l’EP ‘Chronicles I: Lust’ dei Void Of Vision (per UNFD), band metalcore australiana. L’EP segue il debut album del 2016 Children Of Chrome e Hyperdaze del 2019. L’EP contiene quattro tracce di una potenza inaudita, intrisa di drammaticità e urgenza di comunicare. Lo ha ammesso lo stesso frontman, Jack Bergin, di essere arrivato ad un punto di non ritorno, e di sentire di dover cambiare l’egoismo estremo con cui si approcciava alla vita e agli altri, fregandosene di tutto e tutti. Per lui era arrivato il momento di sforzarsi per vedere più in là, oltre se stesso, ed era tempo di preoccuparsi anche di quello che accade nel mondo.

Dal 2019, anno di pubblicazione di Hyperdaze, Bergin si è isolato e ha riflettuto molto; si è guardato dentro, per modificare il suo modo di sentire e vivere, riflettendo anche sulla sua visione musicale. Da qui nasce il nuovo EP ‘Lust’, con all’interno quattro tracce che arrivano in pieno volto come un’onda sonora disumana, spiazzante e terrificante. Lo scream, a tratti implorante, poggia su rifff martellanti e sonorità distorte, violente e drammatiche. Quattro brani che come saette brucianti destabilizzano, sfiniscono, sconquassano ogni barlume di certezza. Parola d’ordine: potenza incredibilmente vibrante.

L’uscita dell’EP è stata anticipata dalla pubblicazione dei due singoli, contenuti in ‘Lust’, ‘The Lonely People’ e ‘Vampyr’.

I Void Of Vision sono:

Jack Bergin – voce
James McKendrick – lead guitar, voce
Mitch Fairlie – chitarra ritmica
George Murphy – batteria

 ‘Chronicles I: Lust’ tracklisting:

  1. Ohne Sicht
  2. Gothika
  3. Vampyr
  4. The Lonely People

void of vision cover album Chronicles I- Lust

 Guarda e ascolta The Lonely People:

Guarda e ascolta Vampyr:

NO COMMENTS

Leave a Reply