Home Musica Musica ∼ Opinioni Cernichov feat. Dope In The Pig Bags, recensione Ep “Ruin”

Cernichov feat. Dope In The Pig Bags, recensione Ep “Ruin”

0 198
cernichov 2022

 

di Irene Tempestini

Cernichov feat. Dope In The Pig Bags, recensione Ep “Ruin”

I ЧЕРНИХОВ, che si legge CERNICHOV, sono una vecchia conoscenza di ZestToday. Il duo ambient/noise è formato dall’americano David Gutman residente a Bruxelles, e dall’italiano Marco Mazzucchelli residente nella provincia di Varese. David è da anni impegnato in vari progetti elettronici, dark e ambient, ed è conosciuto principalmente con i monickers Tropic of Coldness e Drawing Virtual Gardens. Marco è laureato in urbanistica, di mestiere quindi è un tecnico ma per passione è uno scrittore di romanzi, con ottime pubblicazioni all’attivo.

Dopo il primo album omonimo, ‘Cernichov’, il duo torna con l’EP “Ruin” contenente 2 tracce e registrato, prodotto e mixato con Andrea dei Dope In The Pig Bags e pubblicato da Solium Records. Le tracce, dal titolo “Obey Diptera” e “Afa Asfissiante”, sono un’ondata drammatica di riverberi, suoni graffiati e graffianti, che si insinuano nella nostra mente. Del resto il pathos e lo sconvolgimento emotivo generati dai potenti e incisivi suoni noise/ambient, sono studiati proprio per indurre a riflessioni profonde, inspiegabili, dalla connotazione quasi ancestrale. Quella sensazione ansiogena e opprimente non ci abbandona mai durante l’ascolto e ci porta dritti dentro dimensioni spazio-temporali sconosciute e surreali.

Cernichov EP “Ruin” tracklisting:

  1. Obey Diptera
  2. Afa Asfissiante

Cernichov cover ep Ruin

Ascolta “Ruin”:

NO COMMENTS

Leave a Reply