Home Musica Musica ∼ Notizie Serravalle Rock, la musica ha vinto ogni inquietudine

Serravalle Rock, la musica ha vinto ogni inquietudine

0 373
alteria serravalle rock 2021

 

di Irene Tempestini

 

Serravalle Rock chiude la quinta edizione con un’ottima risposta da parte del pubblico. La proposta artistica di qualità lo conferma nell’elenco dei migliori festival italiani. E tra il pubblico due presenze più che speciali

 

Tornare ad assistere ai concerti credo non sia stato, negli ultimi mesi, solo il mio di sogno. Eravamo in molti a scalpitare, ma sperare addirittura di poter gioire di un intero weekend in musica, fino al venerdì appena trascorso, sembrava anche solo impensabile oltre che impossibile, viste le persistenti e preoccupanti notizie che continuavano, e continuano, ad arrivare dal fronte pandemico. E invece è accaduto, ed ha scatenato una serie così infinita di emozioni forti, da lasciarmi ancora incredula e stordita.

Perchè vedere il pubblico rispondere alla chiamata delle tante persone che si spendono affinchè gli artisti salgano sul palco a donarci emozioni, è la scintilla che è mancata per troppo tempo e che nessuno stream potrà mai sostituire.

E gli artisti che sono saliti sul palco del Serravalle Rock in questa quinta edizione, li dobbiamo ringraziare tutti, uno ad uno, perchè hanno finalmente riportato noi avidi consumatori di musica live a godere in quell’oltre senza tempo e senza spazio: l’eterea Talea, la carismatica Alteria, i brillanti Tersø, Max Zanotti e la sua classe impeccabile, Flavio Ferri e la sua ammirabile consapevolezza artistica, Emma Nolde arrivata direttamente da un altro pianeta con il suo enorme talento ed un magnetismo unico. Alcuni pronti ad elevarsi, altri già ben saldi lassù in alto, a tendere la mano alle nuove promesse. E tra il pubblico, a sostenere l’amico Flavio Ferri nella serata conclusiva, due musicisti leggendari, Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo, il cui contributo alla musica non solo italiana ma anche europea, è talmente importante, che nel vederli lì sembrava si fosse fermato il tempo. E tremavano inevitabilmente le gambe.

 

alteria serravalle rock pistoia 2021 con max zanotti

Alteria©Gianluca Risi

 

E lo stesso grazie, pieno di stima e ammirazione, perchè il coraggio, la dedizione e la passione sono delle gran belle doti, va all’organizzazione del festival, il Comune di Serravalle Pistoiese – Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’etichetta discografica Vrec di David Bonato. Complimenti meritati anche al direttore artistico Lorenzo Becciani, a cui si deve la scelta del bill e la volontà di affiancare artisti importanti a giovani talenti, dando la massima visibilità a questi ultimi. Un plauso anche a tutte le persone che come formichine laboriose si affrettano giorno e notte, schiaffeggiando la stanchezza e tenendo a bada l’ansia da prestazione che inevitabilmente c’è.

Ed è bello e confortante sapere che gli organizzatori, nonostante il pessimismo dilagante che ci fa soffrire ma non deve vederci soccombere, stanno già lavorando alla prossima edizione, la sesta, che attendiamo fin da ora con entusiasmo, perchè per molti un concerto è il migliore, quando non l’unico, vaccino per l’anima. Non me ne voglia il morbo.

 

max zanotti serravalle rock 2

Max Zanotti ©realefoto

Max Zanotti ©AndreaMartini

Max Zanotti ©AndreaMartini

terso serravalle rock 2021

Tersø ©realefoto

terso serravalle rock 2021

Tersø ©AndreaMartini

emma nolde serravalle rock

Emma Nolde©FedericaRocchi

flavio ferri serravalle rock

Flavio Ferri©FedericaRocchi

NO COMMENTS

Leave a Reply