Home Altro Terre di Siena Valdelsa Festival, “Piazze d’armi e di città”. La strada...

Terre di Siena Valdelsa Festival, “Piazze d’armi e di città”. La strada è il tema dell’edizione 2015

0 1220
Terre di Siena Valdelsa Festival, Piazze d'armi e di città,verso Klee- foto Fabio Montecchio

 

17 – 30 giugno

 

Terre di Siena Valdelsa Festival “Piazze d’armi e di città” 2015

Poggibonsi (Siena)

 

Dal 17 al 30 giugno a Poggibonsi (Siena) arriva la undicesima edizione del Terre di Siena Valdelsa Festival, “Piazze d’armi e di città” promosso da Comune di Poggibonsi e Fondazione Elsa con il patrocinio di Regione Toscana e Provincia di Siena e la collaborazione delle associazioni del territorio.

La Rocca di Staggia Senese, il Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale e la Fonte delle Fate ospiteranno tanti appuntamenti, tra cui street art, “Metamorfosi” in anteprima e lo spettacolo “Tappa” costruito appositamente per la città di Poggibonsi, tutti uniti dal fil rouge de “La strada”. Quest’anno il festival si avvale anche del gemellaggio artistico con il Festival Nottilucente, promosso dall’Associazione Culture Attive per conto del Comune di San Gimignano.

“Siamo fieri di presentare anche quest’anno un’offerta culturale di qualità – afferma Nicola Berti, assessore alla Cultura del Comune di Poggibonsi – E ciò è reso possibile grazie al lavoro collettivo delle molte associazioni e realtà che contribuiscono a rendere viva e dinamica la città e il territorio. Sono loro che, all’interno di un percorso complesso e in continua evoluzione, si sono messe in gioco per condividere le singole specificità e creare, pur nel rispetto delle singole identità, sinergie capaci di dare vita a un progetto unitario come il cartellone di Piazze d’armi e di città – Terre di Siena Valdelsa Festival”.

Ad aprire “Piazze d’armi e di città” sarà la sezione del http://zest.today/senza-categoria/terre-di-siena-valdelsa-festival-piazze-darmi-e-di-citta-la-strada-e-il-tema-delledizione-2015/giunta alla sua 19esima edizione, in programma il 17, 18, 19 e 20 giugno alla Rocca di Staggia Senese. “Elogio dell’Ombra”, in collaborazione con le associazioni Amici di Staggia e Staccia Buratta per la direzione di Marcella Fragapane, proporrà quattro spettacoli: Grimm- I guardiani del pozzo della compagnia Riserva Canini (Firenze), ispirato allo straordinario universo poetico e letterario della raccolta delle fiabe dei fratelli Grimm, Tessuto della compagnia Cascina Barà (Brasile/Italia) che indaga due conflitti contemporanei, l’esclusione dello straniero e il conflitto intergenerazionale tra madre e figlia, Verso Klee  un occhio vede, l’altro sente della compagnia Tam Teatro Musica (Padova) in cui si sperimenta una sintesi fra il vedere e il sentire nella passione per musica e poesia e Volpino e la luna della compagnia L’Asina sull’Isola (Reggio Emilia), ispirato alla favola scritta da Loris Malaguzzi, in cui Volpino prima è prigioniero, poi viene liberato in una magica notte di primavera fino al suo volo sulla luna.

Terre di Siena Valdelsa Festival, Tappa Gli Omini

DOTS – down on the street, la sezione One Step Festival a cura di Circolo Arci Blue Train Club, sarà dedicata all’Hip hop e alla cultura Street. Per una settimana due grandi writers di fama internazionale, Zed1 e Hyuro, realizzeranno due opere su muri di grande importanza in giro per la città, con l’obiettivo di riscoprire e rivalutare gli spazi urbani. E il 20 giugno, in concomitanza con la Festa della musica 2015, al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale serata conclusiva con i concerti di Alien Army e LNRipley Sound System.

Per la sezione Atuttomondo a cura di associazione culturale Timbre, sempre al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale, il 26 giugno l’appuntamento è con Piccoli suicidi in ottava rima de I sacchi di sabbia, una raccolta di episodi, recitati in ottava rima e in quartine di ottonari, in cui si mescolano avventura, western e fantascienza.

Il 30 giugno, a chiusura del Terre di Siena Valdelsa Festival“Piazze d’armi e di città”, appuntamento insolito pensato ad hoc per la città con Tappade Gli omini, uno spettacolo che vive una volta sola e viene costruito “al momento” attraverso l’analisi territoriale. Dal 24 al 30 giugno infatti la compagnia sarà a Poggibonsi per incontrare persone, intervistarle, ascoltarle, scegliere storie, scrivere lo spettacolo con le loro parole e metterlo in scena, senza schemi preconfezionati, canovacci o sovrastrutture.

Il 25 giugno alla Fonte delle Fate Terre di Siena Valdelsa Festival“Piazze d’armi e di città” e il Festival Nottilucente di San Gimignano presentano in anteprima nazionale la prima parte del nuovo progetto Metamorfosi di Fortebraccio Teatro, adattamento e regia di Roberto Latini, vincitore come miglior attore del premio UBU 2014, in cui la struttura dell’opera di Ovidio e i suoi episodi vengono interpretati teatralmente, “traducendo” gli aspetti che più hanno a che fare con il contemporaneo presenti nei miti contenuti nelle Metamorfosi. Si tratta di un progetto costituito da due spettacoli diversi ma collegati  anche da una sequenzialità tematica: il 25 giugno a Poggibonsi va in scena Metamorfosi #1 (di forme mutate in corpi nuovi), mentre il 27 giugno a San Gimignano (piazza Duomo) sarà la volta di Metamorfosi #2.

Infine, per la sezione Jazz Cocktail estate a cura dell’associazione Music Pool, il 28 giugno al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale appuntamento con Ada Montellanico quartetto per Omaggio a Billie Holiday, una performance condotta con empatia, introspezione e creatività per ricordare l’incommensurabile genio di Lady Day, a cinquanta anni dalla sua scomparsa.

Il programma dettagliato sul sito www.politeama.info

 

NO COMMENTS

Leave a Reply