Home Musica Musica ∼ Opinioni Intervista ai Relapse Symphony

Intervista ai Relapse Symphony

0 995

di Lisa Bower

 

I Relapse Symphony hanno iniziato il loro percorso musicale nel 2012 a Washington, DC. Hanno pubblicato il loro EP di debutto,Time’s Running Out nel 2012 e successivamente l’album Shadows. Prima di intraprendere il Warped Tour, hanno rilasciato il loro ultimo lavoro, Born to Burn. Fin dagli albori hanno dimostrato di saper stare sul palco e la loro base di fans è cresciuta sempre più; hanno condiviso il palco con gruppi come Black Veil Brides, William Control, Eyes Set To Kill,The Dead Rabbits e molti altri. I loro spettacoli meritano davvero di essere visti.

Ho avuto la possibilità di sedermi per un po ‘con JC Charles (chitarra) e Ray Miller (chitarra) durante la tappa ad Orlando del Warped tour.

 

Come vi è venuto il nome della band?
JC: Uhh è divertente, volevo un nome che non palesasse subito quello che la band fa. Ci sono un sacco di band là fuori, e quando le sento, posso immaginare subito come sono. Volevamo essere un po ‘ambigui. Io amo la parola sinfonia,è una bella parola. Mi piace anche la connotazione più cupa di ricaduta come una sorta di oscuramento, yin & yang … funziona bene.

 

A cosa vi siete ispirati per il vostro nuovo album Born to Burn?
Ray: E ‘praticamente tutto quello che ci è successo.

 

Quindi c’è una storia dietro?
JC: Non direi che è un concept album, ma avevamo scritto un album e lo abbiamo buttato perchè non funzionava. Così, abbiamo scritto in due settimane un altro album che è Born to Burn.

 

Wow, 2 settimane?
JC: Sì, penso che è questo il motivo per cui è così energico e si sente dal vivo.  Non siamo stati a pensare troppo, è venuto naturalmente, e penso che sia la cosa migliore che abbiamo mai fatto.

the relapse symphony

 

Quali artisti hanno influenzato il vostro stile musicale?
Ray: Per me personalmente, All Time Low, The Used e Guns & Roses.
JC: Direi Clash, The Beach Boys, quando ero un ragazzino, e Billy Joel. So che suona ridicolo, ma mi sono innamorato della canzone d’autore. Taylor Swift! Onestamente, io sono un grande fan di Taylor Swift!

 

Ok, dal momento che hai citato Taylor Swift, cosa ne pensi del fatto che è andata contro Apple?

JC: il fatto è accaduto il primo giorno del Warped Tour e non avevamo accesso a internet così abbiamo sentito solo le voci su ciò che è realmente accaduto. So che ha Taylor Swift ha tolto la sua musica da Spotify, poi Apple è uscito con la sua  versione di Spotify e lei ha tolto la sua musica anche da lì.

 

In sostanza Apple non aveva intenzione di pagare l’artista durante il periodo di prova di tre mesi.
JC: Penso che sia un po ‘come Napster. L’artista più piccolo / band può beneficiare della visibilità. Una band come noi, non guadagna con la musica. Quindi, se mi dici che sempre più persone stanno per avere la possibilità di ascoltare la nostra musica, allora sì, ci va bene! Io credo che ci sia un punto in cui devi stabilire chi sei e capire che questo non è un lavoro facile, e che tutti si meritano di essere rimborsati per il vostro sforzo.  Lei è la più grande artista del mondo e se ha la capacità di farlo e vuole farlo, deve!

the relapse symphony 2

 

Che cosa possono aspettarsi i fan quando vengono a vedervi dal vivo?
JC: Oggi, non sono sicuro. Il nostro cantante è stato dal medico tutto il giorno e potrebbe anche vomitare sul palco.Un ragazzo mi ha detto la sua opinione sul nostro set la scorsa notte. Eravamo ad un barbecue il 4 luglio e stavo camminando quando questo ragazzo mi ha fermato. Non avevo idea di chi fosse e mi ha chiesto, “Relapse Symphony?”, e ho risposto, sì. Ha detto che aveva visto la nostra esibizione quel giorno e che siamo fottutamente folli e che siamo una delle band più pazze che ha visto al Warped Tour!Per me è un complimento enorme.

 

In che modo questo calore vi aiuta sul palco?
JC: Onestamente, me ne accorgo quando è troppo tardi. L’adrenalina entra in circolo e poi tutto ad un tratto non mi sento le gambe. Succede ogni giorno, alla canzone 3 sono già stordito.

 

C’è qualche band del Warped Tour con cui non vedevate l’ora di esibirvi?

JC: Beh, noi non sapevamo quali altre  band fossero al Warped Tour e l’attesa è stata eccitante. Sapevamo dei  New Years Day, con cui siamo molto amici. E ‘stato bello anche incontrare nuove persone e trovare nuove band che ci piacciono davvero.
Ray: Family Force Five, davvero ragazzi carini.

the relapse symphony 3

 

Se potessi, con quale artista lavoreresti?
JC: Potrebbe essere un produttore?
Certo.
JC: John Feldman

 

Perché?
JC: Ha realizzato tutti i miei album preferiti. Credo che sia un genio. Comprerò gli album prodotti da lui anche se non mi piace la band. Per esempio, Sleeping With Sirens, non sono mai stato un grande fan, ma quando ho sentito che stavano lavorando con John Feldman, ho comprato subito l’album. Lui è semplicemente incredibile! Tutto ciò che fa è ottimo!
Ray: Andrew Goldstein
JC: Andrew Goldstein è un cantautore dalla nostra città natale, che era in una band chiamata The Friday Night Boys, ma ora è noto perchè ha prodotto Let It Go dalla colonna sonora di Frozen. Ha lavorato con un sacco di gente, ma questa è la cosa più importante che ha fatto.

 

Dopo il Warped?
JC: Stiamo per registrare un paio di video musicali e stiamo preparando alcuni tour e per il momento non vogliamo tornare a casa. Il disco è uscito da poco e vogliamo spingere al massimo. Siamo una band che ama lavorare. Ho sentito gente lamentarsi qui ogni ora per il caldo, ma io preferisco essere al Warped che altrove.

 

Come hanno accolto i fan la  vostra nuova musica?
JC: E’ la musica più apprezzata fino ad ora. Su YouTube ci sono stati in passato così tanti commenti di antipatia o pollice verso,perchè ad alcune persone piace sparlare solo per il gusto di farlo, ma quando abbiamo messo il nuovo lavoro, non ho visto nessun giudizio negativo.
Ray: La risposta è stata sorprendente. I ragazzi vengono ai concerti e sanno le parole delle canzoni che suoniamo. È pazzesco!

 

Quindi il vostro pubblico è in crescita?
JC: Oh sì, l’altro giorno stavamo suonando e siamo passati dai 20 ragazzi adaverne 150, che a fine concerto sono venuti a comprare l’album.Penso che sia bello vedere di persona i nuovi fan che scoprono la nostra musica. E’ divertente perché accade fuori e possiamo vederli. In un club non è possibile vedere le loro facce, quindi è bello vedere i loro volti che godono della nostra musica.

 

Sito web http://www.therelapsesymphony.net

Facebook: https://www.facebook.com/TheRelapseSymphony
Twitter: @RelapseSymphony
Instagram: RelapseSymphony
YouTube: https://www.youtube.com/user/RelapseSymphonyVEVO

Per l’intero album del loro set www.facebook.com/VickiDPhotography

the relapse symphony 6

the relapse symphony 5

 

NO COMMENTS

Leave a Reply