Home Musica Musica ∼ Eventi San Filippo Neri, un’opera lirica alla Pergola per i 500 anni dalla...

San Filippo Neri, un’opera lirica alla Pergola per i 500 anni dalla nascita del Santo

0 2054
chiesa san filippo neri firenze

 

La Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri di Firenze festeggia quest’anno il 500/o anniversario della nascita del Santo ed è promotrice di una serie di eventi, realizzati col contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che si prefiggono di dare un degno risalto a questa grande figura.

Uno degli appuntamenti più significativi è la rappresentazione dell’Opera lirica “Vanità di Vanità” il cui libretto è stato scritto da  P. Carlo Guarnieri e musicato dal M° Massimo Barsotti. Il cast è composto da cantanti lirici provenienti dal Maggio Musicale Fiorentino come parte dell’ Orchestra e con gentile concessione anche degli abiti di scena.

Lo spettacolo si terrà lunedì 25 maggio alle ore 21.15 al Teatro La Pergola di Firenze. La vendita dei biglietti è stata affidata a BoxOffice.

Quattro alti prelati – questa è la trama dell’opera – si riuniscono insieme all’assemblea di diaconi e narrano, attraverso immagini e racconti, alcuni dei punti più salienti della vita del defunto prete Don Filippo Neri, personaggio alquanto singolare per il suo stile di vita al limite del burlesco. Viene così narrata la sua giovinezza fiorentina dove Filippo rinnega la sua nobile discendenza per partire per Roma incontro alla sua irrinunciabile vocazione. Ma i giudici sono molto prudenti nel considerare santa la vita del Neri e continuano a narrare altri momenti della sua vita. Ed ecco che nel fervore del racconto, la figura di Filippo si materializza e lui stesso rievoca il suo incontro con Dio nelle catacombe, il rapporto cordiale e gioioso con i fanciulli, la giovialità con la gente, l’ironica severità nella lettera a Papa Clemente VIII. Ma un personaggio oscuro, il diavolo, si aggira in mezzo ai prelati cercando di infondere lo scetticismo e spingendoli a credere che il Neri fosse un “sognatore pazzo” in cerca solo di gloria terrena. Incalzati dalla presenza satanica, la prudenza e il forte scetticismo iniziale dei giudici, grazie anche alla presenza di angeliche e celestiali voci femminili che fanno da contraltare al diavolo, si trasformano sempre più in ammirazione e devozione verso quell’uomo dai tratti giocondi ed ilari che grazie alla sua vita umile e devota riesce ad imporsi come esempio di santità. Ecco quindi che, sempre più “scornato”, il diavolo si troverà ad affrontare direttamente Filippo in uno scontro finale dove, inevitabilmente, perderà la sua ultima battaglia ed il Neri salirà definitivamente verso la gloria di Dio.

La Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri nasce per essere di sostegno spirituale, come si evince dalla definizione stessa, all’Oratorio, fulgida invenzione di San Filippo Neri nato a Firenze il 21 luglio 1515 ma che operò a Roma fin da giovane ventenne per tutta la sua vita che si concluse il 26 maggio 1595.

A Firenze la Congregazione dell’ Oratorio di San Filippo Neri è presente dal 1645 ubicata nel pieno centro della città così come tutte le altre, per operare ed avere un ruolo di rilievo nell’educazione ed elevazione spirituale del popolo.

Conosciuto come il “Palazzo di San Firenze” la Congregazione edifica la storica e monumentale casa ed Oratorio esattamente dietro Palazzo Vecchio, conosciuta come il “Palazzo di San Firenze”, e fin dall’inizio della sua presenza ha contribuito in modo cospicuo alla edificazione culturale, artistica, e spirituale dal cuore stesso di Firenze, con le sue rappresentazioni sacre e l’opera educativa svolta con spirito gioviale e attento alla persona umana nella sua integralità.

Successivamente le vicende storiche hanno relegato i Padri nella parte   sinistra del palazzo che rimane ancora la loro casa con la Chiesa Oratoriana, una delle più belle del barocco fiorentino.

Oggi l’opera della Congregazione è sempre viva e appassionata, presente anche in tre parrocchie del centro fiorentino

 

NO COMMENTS

Leave a Reply