Home Arte Arte ∼ Eventi Cinema, Audiovisivi & Territori, un convegno “europeo” sull’importanza della cultura digitale

Cinema, Audiovisivi & Territori, un convegno “europeo” sull’importanza della cultura digitale

0 925
bellandi,zeppi,gagliardi - montecatini terme

di Irene Tempestini

 

Più che una conferenza, quella a cui abbiamo partecipato stamani è stata una piacevole e stimolante chiacchierata tenutasi tra persone mosse da intenti comuni, per presentare il convegno “Cinema, Audiovisivi & Territori” , che si svolgerà venerdì prossimo, 27 febbraio, nella Sala del Consiglio del Palazzo Comunale di Montecatini Terme.

A illustrare alla stampa le motivazioni e la mission del convegno, che è parte integrante del MISFF (Montecatini International Short Film Festival) evento che ha vita fin dal 1949 (un tempo si chiamava Filmvideo Montecatini), e la cui 66esima edizione è già in preparazione, Marcello Zeppi coordinatore del Convegno e Presidente del MISFF, il sindaco Giuseppe Bellandi, Simone Gagliardi Presidente della commissione cultura del Comune, Lorenzo Gigli, Elisa Silvestri, Marco Rosati e Jonathan Braccini curatori del progetto scuola, che promuove l’apprendimento della cultura digitale fin dalla tenera età.

Leitmotiv del convegno e del più ampio progetto che grazie al MISFF coinvolge tutto il territorio della Valdinievole (gli organizzatori stanno lavorando per poterlo ampliare coinvolgendo anche altre realtà amministrative della provincia pistoiese, enti, aziende, associazioni), è la diffusione della cultura cinematografica attraverso le nuove tecnologie, ormai parte integrante e insostituibile per chiunque voglia fare cultura che sia degna di questo nome.

Arrivare alla gente, senza distinzione alcuna, senza che impedimenti di estrazione sociale o culturale ne limitino la diffusione, questo è l’intento del grande progetto del convegno e del MISFF in generale. In quest’ottica a goderne non sono soltanto la cultura e il fruitore finale, ma anche e soprattutto il territorio, che diventa il palcoscenico sul quale si posano gli occhi del mondo intero, avendo il festival una risonanza internazionale.

Grazie alla cultura digitale, alle nuove forme di comunicazione e promozione, alle tecnologie divenute ormai e, fortunatamente, di “largo consumo”, si possono veramente ideare grossi progetti collaborativi, che abbattano le obsolete e controproducenti barriere tra chi fa cultura, chi la finanzia, chi la promuove e chi ne fruisce, per lavoro o per passione.

A sottolineare questi aspetti è stato più volte lo stesso Zeppi, che ha ribadito “il ruolo determinante del cluster (grappolo), una vera e propria rete partecipativa che deve unire amministrazioni, biblioteche, operatori culturali, investitori, aziende, enti, associazioni”. Ed è questa strategia affascinante del cluster ad aver attirato l’interesse dell’ On. Silvia Costa, europarlamentare, presidente della commissione cultura e istruzione (CULT), che sarà una degli ospiti illustri del convegno.

Come formichine laboriose, c’è bisogno di tanto lavoro per portare in alto questo festival così longevo, spesso ingiustamente bistrattato da chi ne aveva in mano le sorti. Lo stesso sindaco Bellandi ha ribadito che “questo festival merita di più e che il convegno apre a quella che è una delle esigenze attuali, ovvero capire e saper sfruttare al meglio, affinchè tutti ne traggano vantaggio, le tecnologie e i nuovi metodi di comunicazione e diffusione.”

A concludere Gagliardi, che ha sottolineato “il ruolo del convegno che farà da ponte tra il festival e la Comunità Europea, con l’intento di far confluire fondi europei in città.” Gagliardi ha anche ricordato che “Montecatini e il territorio vantano la presenza di varie maestranze attive nel cinema che vivono o transitano per vari motivi nella città termale, e che l’Amministrazione comunale e l’intera Provincia devono saperle valorizzare per riuscire a promuovere al meglio il territorio”.

Il programma completo del convegno lo trovate al seguente link

NO COMMENTS

Leave a Reply